Archivi tag: Watford FC

NFFC 1-1 Watford — Better but not enough.

Primi (speriamo) timidi segnali di risveglio (speriamo), in una partita che una squadra in condizioni morali e psicologiche migliori di quelle in cui stiamo languendo adesso avrebbe vinto 4 o 5 a 1. La quantità di occasioni che si sono mangiati prima Gunter, schierato all’ala destra, almeno tre clamorose, di quelle da mani nei capelli, su tre palle spioventi sulle quali è arrivato con il senso della posizione tipico del grande difensore e con la freddezza e la capacità di concludere tipiche, purtroppo, sempre del grande difensore, e una da Findley, entrato alla fine ma sempre in tempo per buttare via la partita con un controllo sbagliato su un lancio che Pizzul avrebbe definito “sontuoso” di Reid, anche lui subentrato nella ripresa: la mancanza di composure dell’americanino è davvero preoccupante.

Abbiamo recuperato un punto sul Bristol City, sconfitto nettamente a Hull City. Ora la zona salvezza è a cinque punti. È vero che abbiamo una partita in mano, come dicono gli Inglesi, ma è anche vero che la partita che abbiamo in mano è quella con il Derby County al Pride Park, e non è che sia proprio la partita sulla quale riporre tutte le speranze di salvezza.

Nondimeno, come detto, qualche tratto che induce a una certa speranza, nella partita di ieri, si è visto. Anzitutto, la buona prestazione dei quattro nuovi innesti. George Elokobi ha dato grande solidità alla fascia sinistra, anche se non è che il Watford abbia proprio martellato quella parte di campo, Danny Higginbotham ha diretto la difesa da par suo, parlando molto con i suoi compagni di squadra e, a volte, richiamandoli all’ordine con discreti urlacci, cosa assolutamente positiva, dal momento che uno dei problemi maggiori della difesa del Forest è proprio la scarsa comunicazione tra i giocatori, e la scarsa capacità di agire come un organismo unitario; Scott Wootton, schierato per l’occasione sulla fascia destra, si è rivelato davvero un giocatore di classe superiore, certo il migliore della nostra fascia arretrata. Anche Adlene Guedioura ha giocato molto meglio che martedì scorso, e ha dato un ottimo tempo alla costruzione del gioco, con la precisione e la visione di gioco con cui ha smistato palloni davanti. Come dice il brillante estensore di NffcBlog, speriamo che la cura Cotterill non renda anche loro, in breve tempo, dei fantasmi che vagano insensatamente per il campo.

Ishmael Miller non ha segnato, ma si è confermato in ripresa, dopo il brutto infortunio, e, tutto sommato, sono convinto che sia, tutto sommato, il nostro miglior attaccante, colui dal cui piede e dalla cui testa passeranno la maggior parte delle nostre speranze di salvezza.

Ma il migliore in campo è stato senz’altro Garath McCleary, che ha giocato sulla fascia sinistra, alla sua migliore partita in maglia rossa. Oltre alla rete, realizzata con un tiro da fuori dall’apparenza, a dire il vero, piuttosto innocua, è stato il vero e proprio motore propulsivo della nostra azione offensiva. Il suo passo, il suo dribbling e la precisione dei suoi cross hanno costituito di gran lunga la nostra principale risorsa offensiva, e solo l’imprecisione sotto porta di Gunter, il destinatario principale dei suoi traversoni grazie ai suoi brillantissimi — nell’intenzione — inserimenti da destra hanno impedito al nostro esterno di raggranellare due o tre assist.

Il peggiore in campo, forse, ancora una volta Lee Camp, tutt’altro che impeccabile sulla non irresistibile palombella di testa con la quale Deeney ha pareggiato il gol di McCleary.

Tra l’altro, con questo il Forest ha concesso 18 reti di testa, in questa stagione. È il 38% dei gol che abbiamo preso, contro una media totale della divisione del 26%: è il segno o di una difesa troppo morbida sulle fasce, o di difensori troppo inadeguati in mezzo.

Ora arriveranno in fila al City Ground Coventry, Doncaster e Millwall. Inutile dire che o facciamo 9 punti, o cominciamo a rispuntare il navigatore dell’autobus biancorosso su Yeovil, e a prepararci alla stracittadina con i ragazzi dall’altra parte del Trent. I segnali di oggi sono incoraggianti, ma i segnali vanno trasformati in reti sonanti, perché da soli non fanno classifica.

§

Camp

Wootton – Chambers – Higginbotham – Elokobi

Gunter – Moussi – Guedioura – McCleary

Harewood – Miller

§

Nottingham Forest: Camp, Chambers (C), Wootton (Reid 87′), Higginbotham, Elokobi, Gunter, McCleary, Moussi, Guedioura, Harewood (Blackstock 80′), Miller (Findley 75′)

Non entrati: Smith, Lynch,

Ammonizioni: Gunter 66′, Miller 73′

Marcatore: McCleary 19′

§

Watford: Loach, Hodson, Eustace (C), Mariappa, Deeney, Doyley, Kacaniklic (Yeates 62min), Murray (Iwelumo 69min), Garner, Hogg, Nosworthy

Non entrati: Dickinson, Buaben, Bond

Ammonizioni: Doyley 12′, Hogg 52′, Nosworthy 56′, Garner 69′

Marcatore: Deeney 44′

§

Arbitro: J Moss

Spettatori: 21.712 Ospiti: 994

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in stagione 2011-2012

Watford home – 11 febbraio 2012, h 16

§

wpid-010308369891300-2012-02-10-10-05.gif

§

Domani, tempo permettendo, ci sarà la prima delle otto partite domestiche rimaste alla nostra stagione, otto partite che saranno il crocevia decisivo per le nostre speranze di salvezza. Meno di un anno fa, una culattata di Matty Fryatt e una pazzesca prova difensiva dell’Hull City interruppero la serie di 39 partite interne senza sconfitta in regular season; quest’anno, invece, abbiamo ottenuto 11 ottenuti punti su 45 in partite interne: non ci vuole un genio statistico per capire che se non si migliora decisamente questo aspetto non c’è alcuna speranza di salvezza, soprattutto alla luce del fatto che abbiamo trasferte che, per come sta giocando ora il Forest, appaiono impraticabili (Middlesbrough, Birmingham, Derby, Leicester e Leeds).

Tanto più che quattro delle cinque squadre coinvolte nella lotta per la salvezza ci faranno visita al City Ground (Bristol City, Millwall, Doncaster e Coventry), e 12 punti raccolti in quelle occasioni mi sembrano più o meno l’unica ricetta per una tabella salvezza credibile. Inoltre, anche il Pompey, se davvero fosse penalizzato di 15 punti e messo in amministrazione, come pare ormai certo, visto che la squadra non ha pagato gli stipendi di gennaio e ha un arretrato di £1.9M di tasse non pagate, diventerebbe un concorrente diretto, e dovrebbe passare per le rive del Trent.

Voglio dire, non segniamo in casa dal 19 novembre, la partita contro l’Ipswich Town.

La squadra è la medesima dell’anno scorso, e di quella dell’anno prima ancora, praticamente; non è stata smantellata, e il cuore della squadra è rimasto quello di due play-off consecutivi. Però occorre un cambiamento drastico di mentalità e di voglia, il recupero del senso di unità e di singleness of purposes che aveva la squadra con Billy Davies, anche, e sabato soprattutto, nel nome di Nigel Doughty.

Il Watford non è più un concorrente diretto, per ora; si è tirato su dalle sabbie mobili con le vittorie negli ultimi due scontri diretti contro Millwall e Barnsley (una squadra, dunque, in buono stato di forma, come dimostra anche la bella partita interna di Coppa contro il Tottenham Hotspur), e ora galleggia dodici punti sopra la linea rossa del pericolo.

Il Forest ha qualche problema di infortunio: Cunningham e Moloney rimangono in dubbio, mentre Chris Cohen è sempre fuori a tempo indeterminato; i problemi di organico in difesa, però, dovrebbero essere attenuati dall’arrivo dei nuovi prestiti, Danny Higginbotham, Scott Wootton e George Elokobi, la chiusura dell’ultimo dei quali è recentissima, e risale a ieri pomeriggio.

Il Watford non ha particolari problemi di organico; probabilmente, partirà titolare Joe Garner, attaccante ex NFFC, che, secondo me, da noi è stato impiegato meno e peggio di quanto forse non avrebbe meritato.

Scontri diretti:

§

Vittorie del Forest: 16 (13 League; 1 FA Cup; 2 League Cup)

Vittorie del Watford: 12 (10 League; 1 FA Cup; 1 League Cup)

Pareggi: 15 (12 League; 2 FA Cup; 1 League Cup)

* * *

Stato di forma:

§

Forest (1 punto nelle ultime 5 partite)

Forest 0-2 Burnley

West Ham 2-1 Forest

Leicester 4-0 Forest (FA Cup Replay)

Forest 0-3 Southampton

Forest 0-0 Leicester (Fa Cup)

*

Watford (6 punti nelle ultime 5 partite)

Watford 2-1 Barnsley

Millwall 0-2 Watford

Watford 0-1 Tottenham (FA Cup)

Birmingham 3-0 Watford

Watford 1-2 Reading

*

L’andata si è chiusa con un 1-0 per i Reds, con un bel gol di Ishmael Miller.

Un’ultima informazione di servizio: il derby con il Derby è stato riprogrammato per il 13 di marzo, un martedì sera, il che ci consegna un filotto con tre trasferte consecutive in otto giorni: Derby, Leicester e Leeds, al quale sarà bene arrivare con un po’ più di fieno in cascina di quanto non ne abbiamo adesso.

Lascia un commento

Archiviato in stagione 2011-2012

@City Ground vs Watford

Una partita molto pericolosa, forse la peggiore squadra da affrontare al City Ground ora come ora, una gara contro un avversario in buona forma e con qualche infortunio di troppo tra le nostre fila: Guy Moussi e Nathan Tyson sono ancora fuori, anche se il secondo è riuscito in qualche modo a trascinarsi in panchina.

È vero che il Watford non ha brillato nelle partite più recenti, con un pareggio inopinato in casa contro il Palace, una vittoria contro il Derby, che non conta, e una sconfitta a Cardiff City, ma rimane una squadra pericolosa, molto diversa dalle squadre attendiste e rinuciatarie che abbiamo affrontato nelle ultime parite di lega.

Il Watford è la squadra maggiormente attrezzata per le partite viaggianti, dal momento che ha il miglior attacco esterno della lega, è l’unica a aver vinto a Loftus Road e, tra le sue sei vittorie esterne, vanta un 6-1 contro il Millwall.

Giochiamo senza McGugan, anche lui in panchina.

Tutto dipenderà, penso, dalla solidità della nostra difesa, perché quella del Watford mi sembra non irresistibile, ora come ora.

32 commenti

Archiviato in stagione 2010-2011