“A massive three points”: Nottingham Forest 1-0 Sheffield Wed

|

A volte capita che una partita in cui entrambe le squadre sprecano tonnellate di buone occasioni, per errori di mira o per scelte sconsiderate in fase di conclusione, venga decisa, invece, da un’unica rete provocata da un unico evento del tutto fortuito e occasionale. Quando questo capita a favore della propria squadra, in campo in casa contro un’avversaria ritenuta alla vigilia “facie”, i commenti possono essere di due tipi: o del tipo “bicchiere mezzo pieno”, come quello di Blackstock che ho messo nel titolo, che puntano sul puro esito della partita, sulla difficoltà del campionato, sul clean sheet e sulla necessità di mostrare pazienza per una squadra, comunque sia, in costruzione; o del tipo “bicchiere mezzo vuoto”, che puntano, invece, sulla modestia della prestazione, sulla fatica fatta a battere un avversario che si dibatte in fondo alla lega e sulla difficoltà che patiamo nel trovare un gioco finalmente realmente efficace.

Dopo aver visto gli highlits estesi, devo dire che propendo più per la prima interpretazione. È vero che la Championship è un campionato bastardo, e che a ogni giornata clamorose sorprese vengono a ricordarcelo, e è vero che, nonostante le difficoltà patite sabato, tutto sommato la difesa — pure sempre in grave emergenza, ha retto all’urto di una squadra migliore di quanto non dica la classifica, e protagonista, nella ripresa, di dieci minuti davvero di ottimo calcio, durante i quali avrebbe potuto, se non meritato, di chiudere la gara.

Atmosfera delle grandi occasioni al City Ground: ottima la presenza locale, ma, soprattutto, straordinaria quella ospite, con quasi 5.000 tifosi al seguito, una delle più alte registrate negli ultimi tempi a Nottingham e, in ogni caso, la più massiccia rappresentanza di tifosi ospiti in Inghilterra in questa giornata, al di fuori della EPL. I tifosi degli Owls hanno celebrato, prima e durante la partita, Jose Semedo, il forte giocatore di scuola Sporting Lisbona, con qualche presenza anche a Cagliari, giocatore dell’anno la scorsa stagione in League One. Un sacco di bandiere portoghesi sugli spalti occupati dagli ospiti, e persino numerosi fan con la maschera rappresentante le fattezze del centrocampista portoghese. Una simpatica carnevalata, ideata da un giovane tifoso degli Owls che ha preso ispirazione da un’analoga iniziativa presa a Dortmund: ha postato la proposta sul forum ufficiale dei tifosi biancoblù, l’iniziativa ha raccolto grande successo, e la partita di Nottingham è stata scelta per la celebrazione, contribuendo a rendere l’atmosfera ancora più piacevole.

Ancora problemi in difesa per noi, con Harding fuori e Ayala, convalescente, ancora in panchina: confermati, dunque, sulle due fasce Moloney e Halford, e in mezzo Ward. Davanti Cox è stato lasciato precauzionalmente in panchina dopo l’infortunio al piede patito in settimana nella partita con la Repubblica, mentre a centrocampo fa la sua comparsa per la prima volta dal primo minuto Jermaine Jenas, preferito a McGugan e a Guedioura come elemento avanzato del rombo di centrocampo.

Camp

Moloney — Ward — Collins — Halford

Gillett

Cohen — Jenas — Reid

Sharp — Blackstock

Anche se la prima azione è nostra, con un colpo di testa di Sharp su cross di Halford dopo una quarantina di secondi di nostro possesso palla, la partenza è color civetta: un cattivo passaggio di Collins dalla nostra trequarti è troppo lungo per Reid, che non riesce a controllare. Barkley recupera palla sulla linea centrale, e lancia immediatamente per Madine sulla nostra trequarti. Il centravanti biancoblù avanza una quindicina di metri, e poi lascia partire un tiro di interno destro molto insidioso, respinto in corner da Camp in tuffo alla sua destra per il primo corner della partita. Oltre al passaggio impreciso che ha iniziato l’azione, da segnalare la libertà goduta dal massiccio Madine nell’avanzamento e nel tiro.

Su un rilancio da centrocampo del Wednseday va di testa al rinvio Ward, al limite della nostra area, ma colpisce male e la palla finisce all’indietro, dove Antonio è più veloce di Moloney a impossessarsene, sul lato corto dell’area di rigore, alla destra di Camp. Antonio riesce a darla dietro all’accorrente Madine sul vertice dell’area: Madine entra un paio di passi nell’area e scocca un tiro diagonale molto potente che Camp devia nuovamente in angolo.

|

wpid-schermata2012-11-24alle14-06-51-2012-11-22-12-29.png

Antonio la dà dietro per l’inserimento di Madine, completamente libero: ancora una volta, come spesso succede in questa prima parte del torneo, il centrocampo fa un cattivo lavoro di protezione della nostra linea difensiva, e un inserimento da dietro ci coglie di sorpresa.

|

Primo serio pericolo per la porta dello Sheffield: rilancio lungo quasi dal limite della nostra area di Halford, Blackstock cerca il controllo di petto sul limite dell’area opposta, la palla arriva dietro a Reid in avanzamento, anche lui lasciato colpevolmente solo dalla difesa degli Owls, Reid la dà di prima a Sharp, posizionato esattamente all’incrocio tra la lunetta e il limite dell’area; Sharpie riesce a ridarla a Reid con un bellissimo esterno, Reid la controlla con un po’ di difficoltà all’altezza del dischetto, spostato sulla sinistra della porta di Kirkland, il quale esce benissimo chiudendo lo specchio alla nostra ala sinistra, e riesce a mettere in angolo.

|

wpid-schermata2012-11-24alle18-45-37-2012-11-22-12-29.png

Magia di Sharp che riesce a restituire la palla a Reid in piena area. Purtroppo, il passaggio è appena largo, e Kirkland riesce bravamente a arginare la conclusione di Reidy.

|

Corner di Bothroyd, con due conclusioni di Madine e di Pecnik respinte dal muro umano posto di fronte alla porta di Camp.

Lancio filtrante di Semedo per Antonio che si invola da solo sulla destra, e arriva sul lato piccolo della nostra area di rigore. Si ferma, prende la mira e crossa sul limite della nostra area piccola, per fortuna arriva Moloney in ottima diagonale a spazzare via.

Bruttissimo passaggio indietro di Gillett, che, dopo aver ricevuto una rimessa laterale all’altezza dell’area dei nostri avversari, dalla trequarti biancoblù, che lancia Madine una ventina di metri dentro la nostra metà campo. Madine arriva sulla nostra tre quarti e la offre a Barkley, una decina di metri fuori dalla nostra area di rigore; Barkley fa viaggiare di prima Pecnik sul vertice destro della nostra area di rigore. Pecnik cerca il cross di prima ma colpisce male, e ne viene fuori un tiro sporco ben controllato a terra da Camp. Disastroso sviluppo di una rimessa in gioco per noi in fase offensiva, assolutamente dilettantesca.

Bellissima rimessa laterale di Reid a una trentina di iarde dalla loro linea di fondo, che trova Blackstock lanciato in area: Dex arriva sul fondo e mette una palla indietro rasoterra che per una questione di centimetri non trova il piegone vincente di Sharp a deviare in rete. Halford recupera il pallone sulla nostra fascia sinistra, cambia fronte servendo Cohen allargato sulla fascia destra, Cohen controlla, rientra e crossa di interno destro un pallone pericolosissimo verso la porta di Kirkland, ancora una volta mancato per una questione di centimetri da Jenas in proiezione offensiva, Sharp e Dex.

|

wpid-schermata2012-11-24alle19-04-08-2012-11-22-12-29.png

JJ, Dex e Sharp mancano di un soffio la deviazione vincente sul cross di Cohen. Solo rimandata la gioia dell’assist per Chris.

|

Corner di Bothroyd, mucchio umano davanti a Camp che respinge corto, Pecnik raccoglie la respinta e da una decina di iarde la spara appena alta.

Secondo tempo: rinvio sbagliato di Buxton raccolto da Gillett nel cerchio di centrocampo, il suo tentativo di discesa, però, si scontra sul contrasto di Barkley che gli strappa la palla e lancia Bothroyd nel cerchio di centrocampo. il giocatore del QPR avanza a ampie falcate e, giunto un paio di iarde fuori dalla nostra area cerca il tiro di collo sinistro, ma il tiro è un po’ strozzato e Camp blocca sicuro a terra.

Lansbury, entrato al 50°, conquista un pallone nel traffico sulla trequarti avversaria, fascia sinistra, si accentra e cerca un tiro potente più o meno a quattro iarde dal vertice dell’area biancoblù; Kirkland è bravo a respingere in angolo.

Entra anche Guedioura, che mette subito tutto il suo peso per riconquistare un bellissimo pallone sulla nostra tre quarti, offerto poi a Sharp una decina di iarde dentro la metà campo biancoblù. Sharp cerca Cohen sulla fascia destra, Chris si accentra e da un paio di iarde fuori area, spostato sulla destra, trova un buon tiro di collo interno sinistro a aggirare, che Kirkland però blocca a terra.

Antonio, ottimo sabato sulla sua fascia destra, elude la sorveglianza di Guedioura e di Halford e, dal limite della nostra area, leggermente spostato sulla destra, cerca un tiro rasoterra; Camp respinge ma non trattiene, ma, per fortuna, nel traffico della nostra area di rigore, Danny Collins riesce a allontanare alla disperata, in spaccata. Bothroyd recupera il pallone, spostato questa volta sulla fascia sinistra, centra nuovamente, Collins respinge corto, Antonio recupera dentro l’area di rigore, leggermente spostato sulla destra all’altezza del dischetto, e tira quasi a botta sicura. Per fortuna, sbuccia il pallone che ballonzola davanti alla nostra area di porta, e Collins spazza nuovamente via alla disperata. Sharp e Semedo si contendono il campanile sulla nostra tre quarti, ma il Portoghese mette tutto il suo fisico nel contrasto, e ne esce vincitore. Avanza possentemente fino al limite dell’area, vede con l’occhio laterale tipico del grande centrocampista l’inserimento di Jones sulla sinistra, e lo serve con un bellissimo pallone filtrante. Jones avanza fino alla linea di fondo, un metro dentro la nostra area di porta, supera in scivolata Camp in uscita su di lui e la dà indietro a Bothroyd che impatta di prima a porta vuota ma trova, miracolosamente per noi, il testone santo di Collins a respingere in angolo.

|

wpid-schermata2012-11-24alle19-29-18-2012-11-22-12-29.png

Il tiro di Bothroyd respinto da un tuffo disperato dal testone di Collins, retrocesso a estremo difensore della nostra porta sguarnita. “Forest living dangerously”, commenta giustamente Fray.

|

Guedioura lavora un pallone sulla nostra fascia destra, una decina di metri dentro la loro metà campo, la dà in avanti a Gillett, avanzato fino alla trequarti. Gillett vince un bel contrasto in scivolata e la offre in mezzo all’accorrente Lansbury, che cerca l’uno due con Dex, appostato sul limite dell’area. Ottimo il pallone di ritorno del nazionale antiguano che trova con precisione l’inserimento in area dell’ex Arsenal, ma Lansbury, a tu per tu con Kirkland, la spara clamorosamente alta. Davvero un’occasione buttata nel cesso, almeno quanto quella sbagliata da Bothroyd qualche minuto prima.

|

wpid-schermata2012-11-24alle19-36-07-2012-11-22-12-29.png

Spettacolare l’uno-due tra Lansbury, il giocatore in avanzamento che appare al limite dell’area, e Dex, in possesso di palla. Evidentemente, O’Driscoll sta lavorando moltissimo su questo movimento, perché lo proviamo spesso, e con ottimo successo.

|

Fallo di Antonio su Guedioura dieci metri dentro la loro area. Batte Cohen che cerca la verticalizzazione in area, Dex arriva un centesimo di secondo in ritardo per l’impatto con il pallone, e Kirkland può controllare il rimbalzo.

Gillett conquista un bel pallone a centrocampo e lo verticalizza immediatamente per Sharp al limite dell’area. Sharp si divincola da un paio di marcature e la offre dietro a Cohen, spostato sulla destra, due metri fuori dal vertice dell’area di rigore biancoblù. Cohen stoppa di esterno sinistro, controlla e crossa con un interno sinistro a uscire verso l’area di rigore. Llera riesce a anticipare l’intervento di Blackstock e di Sharp, ma la mette alle spalle dell’incolpevole Kirkland. Dopo che tanti errori hanno impedito il gol, da una parte e dall’altra, un altro errore lo provoca, per fortuna a nostro vantaggio.

|

wpid-schermata2012-11-24alle19-43-39-2012-11-22-12-29.png

Llera irrompe sul cross di Cohen e la mette dentro. Probabilmente, il pallone sarebbe uscito dall’altra parte.

|

Una girata di Lansbury in perfetta solitudine da centroarea su corner dalla destra di Cohen, finita alta, e un tiro di Cohen — lanciato da un bel passaggio laterale di Dex — dal limite dell’area, un bel piatto sinistro a cercare l’aggiramento di Kirkland finito un capello fuori, concludono una partita nella quale, dopo il gol, abbiamo preso decisamente coraggio, e le redini della partita.

* * *

Momento migliore: gli ottimi movimenti offensivi, soprattutto i dialoghi tra i centrocampisti in inserimento e gli attaccanti che fanno da perno al limite dell’area. Reid e Lansbury hanno avuto meravigliose occasioni, in seguito a questo tipo di manovra.

Momento peggiore: i cinque minuti della ripresa culminati con l’occasionassima di Bothroyd. Abbiamo davvero sbandato, e loro entravano da tutte le parti. La cosa bella è che abbiamo resistito, per cui direi che si tratta di uno dei momenti peggiori migliori degli ultimi tempi.

Hero: ottimo il lavoro in appoggio di Sharp e Dex, ottimo l’impatto sulla gara di Lansbury e di Guedioura, meglio di Reid e Jenas, ma l’eroe del giorno direi che è Cohen: una spina nel fianco sinistro della difesa del Wednesday, sempre pericolosissimo nel tiro da fuori, sui suoi suggerimenti i nostri sono sempre arrivati con un millimetro di ritardo, ma, per fortuna, Llera no.

Zero: Nessuno, anche se le prove di Reid e di Jenas non sono state all’altezza della loro fama.

* * *

Forest: Camp, Halford, Collins (c), Moloney, Ward; Gillett, Reid (Lansbury 50′), Cohen, Jenas (Guedioura 55′); Sharp, Blackstock.

NE: Darlow, McGugan, Cox, Coppinger, Ayala.

Marcatore: Llera (og) 75′

Sheffield Wednesday: Kirkland, Buxton, Jones (Mayor 82′), Llera, Gardner (c), Barkley, Semedo, Madine, Antonio, Bothroyd, Pecnik (Johnson 52′).

NE: Bywater, Taylor, Mattock, McCabe, Rodri.

Ammonito: Llera 90′

Arbitro: Andy Woolmer

Spettatori: 24.584 (di cui ospiti: 4.405, record di giornata al di fuori della EPL)

|

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Senza categoria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...