@ Birmingham City FC preview – 24 febbraio 2012 h 16

wpid-010308335097400-2012-02-24-11-13.gif

Il viaggio attraverso le Midlands verso il St Andrews non comincia sotto i migliori auspici, visto che il Forest deve fare i conti con altri infortuni, che si aggiungono a quelli di Moloney, Derbyshire, Harewood, Miller e Cohen: anche Majewski e McGoldrick, nel corso della settimana, hanno dovuto abbandonare il pallone e ripiegare sulla canfora. Sarebbe pronto, invece, Greg Cunningham, ma penso che sia difficile, per lui, anche nelle migliori condizioni, scalzare dalla nostra zona difensiva sinistra il colosso Elokobi.

Il compito, per i Reds, sarà comunque sia arduo. Faccio fatica a immaginare un luogo più difficile del St Andrews per proseguire il nostro problematico rilancio, anche se la combinazione tra la vittoria e l’uscita temporanea dalla zona retrocessione potrebbe aver dato un po’ più di convinzione alle esangui fila rosse: il Birmingham è imbattuto da quindici partite, è imbattuto in casa (unica squadra della lega), non ha mai perso nel 2012 e, smaltita la sbornia europea, ha posto decisamente come obiettivo della propria campagna il ritorno immediato in PL, senza passare per il bizzoso e spesso iniquo tribunale del play-off.

Inoltre, non subisce reti in casa da quattro partite, e al St Andrews ha subito solo sei reti in tutto il campionato. Per una squadra che non la mette certo dentro con allegria, come siamo noi, non sono statistiche incoraggianti.

Il Birmingham accoglierà per la prima volta tra le sue fila il nazionale norvegese Erik Huseklapp, arrivato in prestito dal Pompey in settimana; inoltre, dovrebbe essere quasi al completo, visto il probabilissimo recupero di Nicola Zigic, Guirane N’Daw e Jonathan Spector. Difficile, invece, che Stephen Carr torni a disposizione di Chris Hughton.

La partita dell’andata, quando il Forest fu seppellito nel finale dopo aver condotto per buona parte della gara e aver buttato nella canna del cesso il 2-0 a causa di una sciagurata scelta di Majewski, segnò la fine del breve regno di McClaren: dopo l’1-3 del City Ground, infatti, sia il manager sia il presidente, Nigel Doughty, rassegnarono le dimissioni subito nel dopo-gara.

L’ultimo double del Birmingham contro il Forest risale addirittura al 1959-60, e la tradizione dei Reds al St Andrews non è male, visto che nelle West Midlands, in partite di campionato, abbiamo raccolto, in totale, 17 vittorie, contro 17 sconfitte e 10 pareggi.

Tra gli incroci pericolosi, segnaliamo la presenza tra i Blues di Marlon King, giocatore in buona forma, che giocò per il Forest tra il 2003 e il 2005. Come già ricordato su questo blog, il discutibile zozzone ebbe l’unico merito, quando giocava in rosso, di mettere dentro la rete della vittoria contro il West Ham, nel giorno in cui il City Ground commemorava la morte di Brian Clough, avvenuta nel corso della settimana precedente. Inoltre, il secondo portiere del Birmingham City, Colin Doyle, ebbe un periodo in prestito al City Ground, nel 2004, come secondo di Gerrard, e totalizzò tre presenze.

Altri giocatori a aver vestito entrambe le casacche sono stati il grandissimo Kenny Burns, poi Kenny Withe, decisivo nella vittoriosa campagna europea dell’Aston Villa, e, per venire a conoscenze più recenti, Dele Adebola e Matt Derbyshire.

Precedenti

VIttorie del Forest: 34 (29 League; 3 FA Cup; 2 League Cup)

Vittorie del Birmingham: 38 (34 League; 2 FA Cup; 2 League Cup)

Pareggi: 29 (24 League; 4 FA Cup; 1 League Cup)

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in stagione 2011-2012

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...