No passion, no desire.

Per un commento approfondito do appuntamento a domani. A caldo, dopo aver visto la partita, posso dire che è stata di gran lunga la peggiore partita del Forest quest'anno. La formazione iniziale è apparsa sbagliata, molti giocatori davvero sotto tono (the Moose in versione schifida) altri impresentabili (Adebola, anche se la sua sofferenza è durata poco: è uscito per infortunio al 37°…), altri nervosi e troppo leggeri per reggere l'urto del centrocampo del Leicester, possente e quasi sempre vincente nelle palle contrastate (Cohen e Bertrand).

Ingiudicabile esordio di Ramsey, entrato a mezz'ora dalla fine, anche se ha fatto un paio di belle cosine. Forse poteva entrare all'intervallo al posto dell'insufficiente Cohen.

Ora, come al solito, si ricomincia, sabato, con una partita difficile contro un Bristol City più in palla di quanto non dica la sua classifica.

Nottingham Forest: Camp (C), Gunter, Morgan, Chambers, Bertrand, Moussi, Cohen (Ramsey 61°) McGugan (Tyson 69°), McCleary, Anderson, Adebola (Earnshaw 37°)
NE: Smith (GK), Majewski, Wilson, Tudgay,
Ammonizioni: Cohen 24°, Bertrand 45+1°

Leicester City: Weale, Gallagher (Waghorn 89°), King, Naughton, Wellens, Abe, Davies, Hobbs, Cunningham, Vassell (Dyer 72°), Bednar(Howard 80°)
NE: Morrison, Oakley, Fryatt, Logan,
Marcatore: King 59°

Arbitro: M Oliver
Spettatori: 24,659 

    Giocate DR P
1 QPR 19 26 41
2 Cardiff 19 14 36

3 Swansea 19 8 33
4 Derby 19 10 30
5 Norwich 19 5 30
6 Coventry 19 4 30

7 Burnley 19 7 29
8 Leeds 19 0 29
9 Nott'm Forest 19 4 27
10 Doncaster 19 1 27
11 Reading 19 6 26
12 Barnsley 19 -5 26
13 Portsmouth 19 -1 25
14 Leicester 19 -7 25
15 Watford 19 2 24
16 Millwall 19 0 24
17 Ipswich 19 -5 24
18 Bristol City 19 -6 23
19 Hull 19 -6 22
20 Sheff Utd 19 -11 22
21 Scunthorpe 19 -9 20

22 Crystal Palace 19 -12 20
23 Middlesbrough 19 -10 18
24 Preston 19 -15 15
Annunci

14 commenti

Archiviato in stagione 2010-2011

14 risposte a “No passion, no desire.

  1. anonimo

    Devo dire che sto iniziando a seguire questo blog davvero con molto piacere, anche se di Championship ne so molto meno che di Premier. Volevo farti una domanda (che non vuole farti sentire vecchio, sia chiaro ): negli anni in cui hai iniziato a tifare il tuo Forest quali erano gli spazi televisivi grazie ai quali un ragazzo italiano poteva seguire una squadra del campionato inglese? Televisioni private? Io ammetto, per motivi anagrafici, di essere figlio della pay tv, e anche se fa brutto dirlo credo che senza sky non sarei così appassionato di calcio inglese. Ma negli anni 70, senza tutti mezzi di informazione di adesso, "quanto se ne poteva sapere" di una squadra come il Nottingham (alla ribalta sì, ma non per troppo tempo, tra l'altro)? Credo ci fosse un che anche di mitico in tutto ciò. Grazie e scusa per la pappardella infarcita di luoghi comuni sugli anni 70 che può sviscerare un classe 86,

    Andrea

  2. anonimo

    Aahh i bei tempi del Guerin Sportivo coi risultati al martedì di Prima e Seconda Divisione…

    Parlo per me, metà anni '80…poi TMC il sabato pomeriggio…quando eravamo in Premier e c'era ancora Brian Clough…

    Adesso è più facile, l'informazione con internet è immediata…pro e contro per entrambi i periodi…

    Che palle aver perso a Leicester comunque…

    Federico

  3. Essenzialmente, per un ragazzo di Milano come ero io, TV svizzera e Telecapodistria. La televisione svizzera mandava in onda ampie sintesi di partite di prima divisione il sabato sera, mentre sia la TV svizzera sia Capodistria mandavano in onda un sacco di partite di coppe europee, mentre la RAI si limitava a un tempo di partita in registrata al mercoledì notte.

    Poi, sulle TV private, partite sparse durante la settimana, probabilmente piratate, fino alla nascita del mitico programma Football Please, di Michele Plastino (1979?), un rotocalco settimanale tutto dedicato al calcio inglese di ogni ordine e grado, davvero bellissimo.

    Poi il Guerin sportivo, certo. 1000 lire Guerino+Gazzetta.

  4. anonimo

    Insomma nel suo piccolo (un tempo registrato la notte) la mamma rai dedicava più tempo al calcio internazionale allora che adesso! Guerin gran giornale ancora oggi secondo me comunque, davvero molto esauriente anche sul calcio estero (tabellini delle partite e simili nell'era di internet perdono un po' di significato, ma ci sono approfondimenti davvero molto belli).
    Grazie e ciao

    Andrea

  5. @Andrea
    "Insomma nel suo piccolo (un tempo registrato la notte) la mamma rai dedicava più tempo al calcio internazionale allora che adesso"

    Assolutamente sì. Mandava anche in onda le dirette delle maggiori partite di qualificazione a Mondiali e Europei: ricordo benissimo di aver visto in diretta la mitica partita di Wembley con la quale la Polonia eliminò l'Inghilterra dai mondiali del '74, con la nascita della leggenda di Tomaszewski. In generale, con i mezzi limitati di allora, indubbiamente gli anni '70 erano anni più "internazionalisti" dei nostri, anche perché il campionato italiano, oggettivamente, era piuttosto modesto.

  6. anonimo

    Beh si in effetti gli anni 70 a quanto so sono stati il decennio del calcio anglosassone (a proposito, scivolone di Gianni Mura, secondo me il miglior giornalista sportivo in Italia, che ieri in un articolo che a partire dal Barca trattava le più grandi squadre di sempre non ha inserito il Liverpool e il Bayern di quegli anni).
    Il calcio italiano in quel periodo credo fosse penalizzato anche dal fatto che non potessero giocare stranieri (anche se in effetti le squadre inglesi e tedesche che vincevano la Coppa Campioni erano piuttosto autoctone, mi pare).
    Però insomma il campionato italiano mi pare abbia perso da un bel po' il ruolo di "più bello al mondo" che aveva negli anni 80-90, secondo me è più spettacolare la Premier ma anche la Bundes, un campionato che mi piace davvero tantissimo, tanti giovani, stadi pienissimi e gioco veloce e spettacolare.
    Un po' di informazione in più per i giornalisti RAI (ma anche Mediaset, of course) non sarebbe  male, secondo me nelle coppe europee si vede proprio che non conoscono i giocatori delle avversarie delle italiani, ultimo lampante esempio Bale

    p.s Le squadre messe da Mura, oltre al Barca di adesso, erano: Milan 88-94, Honved, Real anni 60, Ajax del calcio totale, Inter di HH, Juve di Platini (ecco, da juventino dico che L'pool e Bayern potevano benissimo sostituire quest'ultima)

    Andrea

  7. anonimo

    Beh si in effetti gli anni 70 a quanto so sono stati il decennio del calcio anglosassone (a proposito, scivolone di Gianni Mura, secondo me il miglior giornalista sportivo in Italia, che ieri in un articolo che a partire dal Barca trattava le più grandi squadre di sempre non ha inserito il Liverpool e il Bayern di quegli anni).
    Il calcio italiano in quel periodo credo fosse penalizzato anche dal fatto che non potessero giocare stranieri (anche se in effetti le squadre inglesi e tedesche che vincevano la Coppa Campioni erano piuttosto autoctone, mi pare).
    Però insomma il campionato italiano mi pare abbia perso da un bel po' il ruolo di "più bello al mondo" che aveva negli anni 80-90, secondo me è più spettacolare la Premier ma anche la Bundes, un campionato che mi piace davvero tantissimo, tanti giovani, stadi pienissimi e gioco veloce e spettacolare.
    Un po' di informazione in più per i giornalisti RAI (ma anche Mediaset, of course) non sarebbe  male, secondo me nelle coppe europee si vede proprio che non conoscono i giocatori delle avversarie delle italiani, ultimo lampante esempio Bale

    p.s Le squadre messe da Mura, oltre al Barca di adesso, erano: Milan 88-94, Honved, Real anni 60, Ajax del calcio totale, Inter di HH, Juve di Platini (ecco, da juventino dico che L'pool e Bayern potevano benissimo sostituire quest'ultima)

    Andrea

  8. anonimo

    Beh si in effetti gli anni 70 a quanto so sono stati il decennio del calcio anglosassone (a proposito, scivolone di Gianni Mura, secondo me il miglior giornalista sportivo in Italia, che ieri in un articolo che a partire dal Barca trattava le più grandi squadre di sempre non ha inserito il Liverpool e il Bayern di quegli anni).
    Il calcio italiano in quel periodo credo fosse penalizzato anche dal fatto che non potessero giocare stranieri (anche se in effetti le squadre inglesi e tedesche che vincevano la Coppa Campioni erano piuttosto autoctone, mi pare).
    Però insomma il campionato italiano mi pare abbia perso da un bel po' il ruolo di "più bello al mondo" che aveva negli anni 80-90, secondo me è più spettacolare la Premier ma anche la Bundes, un campionato che mi piace davvero tantissimo, tanti giovani, stadi pienissimi e gioco veloce e spettacolare.
    Un po' di informazione in più per i giornalisti RAI (ma anche Mediaset, of course) non sarebbe  male, secondo me nelle coppe europee si vede proprio che non conoscono i giocatori delle avversarie delle italiani, ultimo lampante esempio Bale

    p.s Le squadre messe da Mura, oltre al Barca di adesso, erano: Milan 88-94, Honved, Real anni 60, Ajax del calcio totale, Inter di HH, Juve di Platini (ecco, da juventino dico che L'pool e Bayern potevano benissimo sostituire quest'ultima)

    Andrea

  9. anonimo

    Beh si in effetti gli anni 70 a quanto so sono stati il decennio del calcio anglosassone (a proposito, scivolone di Gianni Mura, secondo me il miglior giornalista sportivo in Italia, che ieri in un articolo che a partire dal Barca trattava le più grandi squadre di sempre non ha inserito il Liverpool e il Bayern di quegli anni).
    Il calcio italiano in quel periodo credo fosse penalizzato anche dal fatto che non potessero giocare stranieri (anche se in effetti le squadre inglesi e tedesche che vincevano la Coppa Campioni erano piuttosto autoctone, mi pare).
    Però insomma il campionato italiano mi pare abbia perso da un bel po' il ruolo di "più bello al mondo" che aveva negli anni 80-90, secondo me è più spettacolare la Premier ma anche la Bundes, un campionato che mi piace davvero tantissimo, tanti giovani, stadi pienissimi e gioco veloce e spettacolare.
    Un po' di informazione in più per i giornalisti RAI (ma anche Mediaset, of course) non sarebbe  male, secondo me nelle coppe europee si vede proprio che non conoscono i giocatori delle avversarie delle italiani, ultimo lampante esempio Bale

    p.s Le squadre messe da Mura, oltre al Barca di adesso, erano: Milan 88-94, Honved, Real anni 60, Ajax del calcio totale, Inter di HH, Juve di Platini (ecco, da juventino dico che L'pool e Bayern potevano benissimo sostituire quest'ultima)

    Andrea

  10. @Andrea: tutte le squadre degli anni '70 erano autoctone. Il Bayern aveva solo uno svedese, Torstensson, non certo un fenomeno; l'Ajax un tedesco, Blankenburg, formidabile libero che non giocò mai in nazionale solo perché era contemporaneo di Beckenbauer, mentre il Liverpool era composto solo da giocatori britannici (a parte l'Irlandese Heighway). Solo le squadre belghe erano, tradizionalmente, molto composite.

    Dimenticare il Liverpool e il Bayern tra le gradi squadre non solo degli anni '70 è tipico dell'attteggiamento filo-latino dei giornalisti sportivi italiani. La Juve di Platini era un'altra grande squadra, che, rispetto alla sua forza, ha certamente raccolto molto poco in campo internazionale (una Coppa delle Coppe e una Coppa dei Campioni piuttosto discutibile per come arrivò ma certo meritata per il livello della squadra). Direi che, se proprio dovessimo fare una top-five, tra le squadre che ho visto dal vivo (su Honved e Real non mi posso pronunciare), il Liverpool di Keegan, il Bayern di Beckenbauer e la Juve di Platini ci sarebbero senz'altro, insieme al Milan di Sacchi e all'Ajax di Cruijff.

  11. Per quanto riguarda il livello del calcio italiano, secondo me la Coppa UEFA-Europa League è un ottimo proxy per individuare la forza di una lega nazionale. Negli anni '90 la Coppa Uefa era praticamente una specie di Coppa Italia con arbitri stranieri, ora veniamo presi a mazzate da squadre polacche e ucraine.

  12. anonimo

    Eh concordo pertfettamente, l'Eurpa League esprime il potenziale delle squadre di livello medio-alto del campionato (e che la Juve sia in questo gruppo mi fa un po' piangere..)
    Ah scusa i millantamila commenti ma c'erano problemi con Splinder, evidentemente me li ha mandati tutti insieme

    Andrea

  13. Vabbè, dai, pensa che c'è anche il Liverpool…

  14. anonimo

    già, ma almeno il Liverpool quasi di sicuro va avanti..ma si dai non mi dispiace neanche tifare Juve in questa situazione, sento di essere più appassionato adesso di quando vincevamo gli scudetti con Capello senza quasi sforzo ma uscivamo dalla Champions quasi senza provarci (es. Arsenal-Juventus 2-0, 0-0). In quegli anni qualche partita anche importante me la perdevo, dalla B in poi non ne salto quasi nessuna (ricordo un tremendo Juve-Crotone visto da solo in un bar deserto). 
    Stranezze da tifoso..

    Andrea

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...