On the road again: Barnsley.

Rieccoci. Dopo questo piccolo viaggio nella storia, la quotidianità incombe di nuovo. Non so voi, ma io le soste per la nazionale non le sopporto proprio. Se poi sono condite da partite ignominiose come quella dell'Inghilterra, o da situazioni allucinanti quali quelle verificatesi durante la non-partita dell'Italia, ancora peggio.

Dunque, domani si parte per lo Yorkshire.

Il Barnsley è una squadra nel nostro intorno di classifica, come il 90% delle squadre di Championship, e viene da una sconfitta interna contro il Cardiff per 2-1, contraddistinta, però, da una prova molto gagliarda.

Diciamo che i Tykes ("tyke" è una parola gergale per indicare gli abitanti dello Yorkshire, che indica letteralmente quei cagnozzi bastardini piccolini e fracassoni, e è il soprannome dei ragazzi del Barnsley) stanno giocando benino, ma non è che quanto a risultati siano proprio delle macchine da guerra, ultimamente, a parte la partita in cui ha spazzato via il Leeds per cinque a due, tipo un mesetto fa: contando anche la scorsa stagione, hanno vinto solo tre delle ultime ventuno partite, mentre la nostra striscia di imbattibilità ammonta ormai a nove gare; ma io non è che confiderei granché in questi numeri, alla luce della follia imperante nel nostro campionato e nella testa di alcuni nostri giocatori, soprattutto là dietro.

La notizia più importante, per quanto riguarda la squadra e la formazione, è che il Forest non sarà guidato all'Oakwell da Billy Davies, in balia di una brutta influenza (il nostro Gaffer è molto soggetto a questo tipo di malanni, e anche l'anno scorso perse tre o quattro partite, per questo motivo). La squadra, dunque, sarà condotta dal secondo, Ned Kelly, con il quale non è che abbiamo proprio un record brillantissimo. A mia memoria, con lui in panca non abbiamo mai vinto, ma potrei sbagliare.

Ned Kelly guiderà la squadra domani, anche se l'undici di partenza, ha dichiarato, sarà scelto da Billy Davies.

Per quanto riguarda la squadra, Earnshaw dovrebbe essere sempre fuori, mentre, tra i nazionali, è in dubbio Raddi Majewski, reduce da una trasfertona con la nazionale polacca in America, con due 2-2 maturali contro Usa e Ecuador. Gli altri nazionali non dovrebbero avere problemi di sorta, anche se Bertrand sarà affaticato dal doppio durissimo confronto con la Romania U-21  che ha garantito all'Inghilterra di categoria la qualificazione per la fase finale degli Europei.
Potrebbe giocare Adebola, protagonista di una partitona nella partita infrasettimanale delle riserve, nella quale ha realizzato un hat-trick.

L'uomo più pericoloso per noi dovrebbe essere Hugo Colace, centrocampista argentino con il gusto per il gol.

I precedenti a Oakwell (che, al contrario del Deep Throat di Doncaster è uno stadio come si deve, bello, risalente al 1888 e a portata di passo dalla stazione e da un sacco di ottimi pub) non sono brillantissimi, dato che il Forest è passato nello stadio del Barnsley una sola volta negli ultimi 58 anni; i confronti diretti parlano di 26 vittorie a testa su 70 partite.

L'anno scorso i Tykes vinsero per 2-1, con doppietta di Bogdanovic, punta maltese che quest'anno si è trasferita allo Sheffield United. La partita si ricorda soprattutto per il gol del pareggio annullato a Earnshaw per un più che dubbio fallo sul portiere. Al City Ground fu un'altra partita da batticuore, con gollonzo di Moussi allo scadere a sancire il più striminzito degli unoazeri.

Poi, vediamo un po'.

Cloughie, nel gennaio del 1990, prese uno degli idoli del Barnsley, David Currie, autore di 40 reti per i Tykes in due anni, ma il ragazzo passò a Nottingham solo sei mesi, con otto presenze condite (la pietanza risulta un po' insipida) da una rete; poi si trasferì all'Oldham, dove, nel 1991, vinse la seconda divisione (erano gli anni d'oro dei Latics, che l'anno precedente avevano raggiunto la finale di Coppa di Lega, persa contro di noi), e alla fine tornò al Barnsley.

Ah, e auguri al nostro skipper, Paul McKenna, che, se giocherà, metterà insieme la sua cinquecentesima presenza in una partita di lega.

Stato di forma (ultime cinque partite):

Forest — 9 punti su 15
Doncaster (A) 1-1
Sheffield United (H) 1-1
Swansea (H) 3-1
Hull (A) 0-0
Preston (A) 2-1

Barnsley — 5 punti su 15
Cardiff (H) 1-2
Scunthorpe (A) 0-0
Reading (A) 0-3
Derby (H) 1-1
Leeds (H) 5-2

Annunci

4 commenti

Archiviato in stagione 2010-2011

4 risposte a “On the road again: Barnsley.

  1. anonimo

    Rieccoci. Dove eravamo rimasti? Ah già, la saga degli 1-1…

    Boh, serve una scossa, una svolta…

    PS: anche io odio le soste per le nazionali.

    Federico

  2. Vabbè, se guardi nelle ultime 5 partite siamo in perfetta media promozione, 9 su 15 con tre trasferte. Io, sempre prudente, non schiferei nemmeno un pareggio, se accompagnato da una buona prestazione, a patto poi di tornare a vincere in casa con continuità.

  3. lopo_

    facendo leva sulla specularità tra i risultati United e Forest,  visto l'indegno spettacolo dell'Old Trafford, ho cercato il risultato Forest….
    volevo vedere se almeno Keano risollevava il mio weekend….
    A questo punto non oso immaginare cosa mi posso aspettare da Birmingham o Blackpool…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...