The shape of the things to come: l’insopportabile trasferta di Doncaster.

Il nuovo stadio dei Doncaster Rovers, il Keepmoat (ribattezzato, naturalmente, Deep throat dai tifosi) è tutto quello che uno stadio inglese non dovrebbe essere, tutto quello che impedisce di apprezzare pienamente l'esperienza di una partita di Championship al sabato pomeriggio: è uno stadio nuovo, dalle linee architettoniche graziose ma del tutto anonime, e è uno stadio messo fuori dalla città, in un'area commerciale, quindi lontano dalla stazione (che cosa c'è di più bello che arrivare in treno e andare allo stadio passeggiando per il centro cittadino?) e lontano dai pub che consentono un decente pre e post-partita. Tutto il contrario del City Ground.

È uno stadio che somiglia molto a un film porno vietato ai minori di 14 anni: magari grazioso, confezionato bene, ma mancano tutte le cose più interessanti.
L'unico vantaggio, una quantità enorme di centri commerciali nelle vicinanze nei quali si può lasciare agevolmente l'auto.

Insomma, il Keepmoat, in piccolo, è tutto quello che sarà la fantomatica Brian Clough Arena di Gamston o di Sneinton, il nuovo stadio del Forest, nello sciagurato caso in cui l'Inghilterra vincesse la corsa per i mondiali del 2018 e si decidesse di smantellare il City Ground, Dio scampi.

Inoltre, e questa è la cosa più importante, per il Forest è uno stadio quasi stregato. Le tre volte che ci abbiamo giocato ci abbiamo sempre giocato partite pessime, non ci abbiamo mai segnato e non abbiamo mai raccolto nulla.

"Scusi, dov'è il pub?"

Per quanto riguarda la partita: Billy Davies, nella conferenza stampa pre-partita, ha detto che, a differenza di quanto ha fatto per la partita contro i Blades, farà un po' di turn-over. Questo significa, probabilmente, che Kelvin Wilson tornerà in difesa al posto di Chambers, e che Majewski potrebbe partire dal primo minuto, magari al posto di Moussi, in un centrocampo che dovrebbe confermarsi a 5. Earnshaw (che i tifosi cominciano a chiamare Tampax: una settimana dentro e tre fuori) probabilmente starà ancora in panchina, come McGoldrick, ancora non in forma partita: quindi, davanti Blackstock ha ben poche alternative e giocherà di sicuro. Mentre sulle esterne potrebbe giocare Tyson dall'inizio.

I Donnies avranno i loro bei problemi a metter su la linea difensiva: James Chambers e Wayne Thomas sono fuori, mentre ci sono dubbi anche su Shelton Martin, sul lettino del fisioterapista da mercoledì, dopo un infortunio all'adduttore subito nella partita contro il Derby.

Il Doncaster, dopo un brillante avvio, non è che abbiano proprio luccicato, ultimamente. Sono a pari punti con noi, con una peggiore differenza reti, ma il loro cammino è stato contraddistinto da un ottimo inizio di stagione e da un secondo periodo a dir poco altalenante. Nonostante questo, come detto prima, il Doncaster è un po' la nostra bestia nera, e bisognerà avvicinarsi alla partita con tutte le cautele.

I loro uomini più in forma sono Coppinger, un attaccante esterno che è l'attuale capocannoniere dei Donnies con quattro reti, e Billy Sharp, uno che contro il Forest pare trovi sempre la via della rete. Con queste premesse, anche se, naturalmente, la vittoria è sempre la benvenuta, io, sia detto con franchezza, non disprezzerei affatto un altro pareggio esterno.

L'ultima partita al Keepmoat finì 1-0 per i Rovers con un gol di Sharp, allora loanee dallo Sheffield United: fu l'ottava vittoria della storia per il Doncaster sul Forest, mentre le nostre sono diciotto.

Il fischio d'inizio alle tradizionali 3pm inglesi, le nostre 16.

Stato di forma — Ultime cinque partite

Forest
Sheffield United (H)  1-1
Swansea (H)  3-1
Hull (A)  0-0
Preston (A)  2-1
Millwall (H)  1-1

Doncaster
Coventry (A)  1-2
QPR (A)  0-3
Leeds (H)  0-0
Norwich (H)  3-1
Watford (A)  2-2  

Annunci

4 commenti

Archiviato in stagione 2010-2011

4 risposte a “The shape of the things to come: l’insopportabile trasferta di Doncaster.

  1. Dopo aver annunciato ampio turn-over, Billy conferma la squadra che ha giocato le ultime due partite. Per una partita in trasferta in cui è necessaria soprattutto una squadra veloce e flessibile, probabilmente è la cosa migliore: fatto sta che Davies si conferma un allenatore molto pre-tattico.

  2. Orribile. Peggio, terrificante.Talvolta i nuovi stadi vengono realizzati con lo stesso criterio con cui vengono concepite le new town dopo eventi catastrofici. Questi soloni non si rendono conto che la gente, avendo un'anima, è legata ai propri luoghi e alle proprie abitudini.Meno male che c'è lo umor tutto british a rendere più dolci le domeniche

  3.  Eh, Muttley, lo so che con te sfondo una porta aperta su queste. Purtroppo, non siamo noi a presiedere FA, PL e FL, se no se ne vedrebbero delle belle.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...