“Silverware comes from clean sheets” — Hull City 0-0 Nottingham Forest

Quattro punti in due trasferte, la prima vittoria fuori da gennaio e il primo clean sheet esterno dal Boxing Day del 2009, direi che il bilancio di questi quattro giorni non avrebbe potuto essere migliore di così. Vabbè, no, avrebbe potuto essere migliore, visto che, ancora una volta, dopo un primo tempo di puro contenimento, nel corso del quale la preoccupazione maggiore dei Rossi è stata quella di costruire una bella scatola attorno a Bullard, che, in effetti, si è visto solo all'inizio, in occasione di un tiro da trenta metri deviato sopra la traversa da Camp, i Garibaldi Reds sono venuti fuori abbastanza bene nella ripresa, e alla fine qualche piccolissimo rimpiantuccio rimane.

(Bullard alla fine ha vinto il Man of the Match, abbastanza inspiegabilmente, nemmeno fosse un premio parrucchieristico, ma si sa, in Championship si subisce un pochino il fascino della serie superiore e della nazionale, e un giocatore così eccezionale per la nostra categoria gode sempre di un certo margine di vantaggio, quando si tratta di assegnare premi e medagliette varie).

Primo tempo di contenimento, si diceva, senza che però le Tigri riuscissero a graffiare in maniera davvero incisiva, un po' persi come erano in un possesso palla sterile, laterale, con infiniti passaggi consecutivi tra difensori e centrocampisti. Ah, sì, certo, abbiamo dato via l'ennesima occasione su rinvio sbagliato, questa volta la colpa è di Cohen, che ha favorito una conclusione di Bostock dl limite dell'area, appena a lato ma davvero molto pericolosa.

Il secondo tempo molto meglio, con un'occasione davvero clamorosa buttata nel cesso da Chambers da tre metri dalla linea di porta di testa su corner di McGugie (anche se, a essere sinceri, Matt Duke, il portiere dei gialloneri, ha passato davvero una seratina rilassante: penso che il Forest sia la squadra che ha tirato meno in porta di tutta la Lega, fin qui), qualche timida protesta su un fallo su Gunter fischiato fuori area ma probabilmente dentro, una buona prestazione di Chambers dietro, molto meglio di sabato (il Gaffer alla fine della partita ha fatto esplicitamente i complimenti al quaretetto difensivo e a Camp: Wilson potrebbe star fuori più del previsto, a questo punto…), un'altra buona prova di McGugan, un leggero infortunio di Earnshaw, e la prima partita dall'inizio di Anderson sono le cose più notevoli di una serata tutto sommato, secondo me, soddisfacente, contro un'ottima squadra, potenzialmente senz'altro da play-off.

Ora due partite in casa di seguito, e qui, però, bisognerà davvero cercare di vincere, se non vogliamo che il distacco dal sesto decisivo posto si faccia davvero minacciosamente ampio: la dura realtà dei numeri, infatti, dice che, nonostante le buone prestazioni recenti e la serie di imbattibilità, il Forest è diciassettesimo in classifica, a -4 dal sesto posto e a +3 dal terzultimo. Una no man's land che vorremmo abbandonare quanto prima, possibilmente dalla parte di sopra.

Sabato c'è lo Swansea (immaginiamo l'imbarazzo in tribuna VIP, dopo gli scazzi estivi su Pratley) e, nonostante il fatto che i bianchi cigni gallesi siano lassù in zona play-off, in realtà vengono da una serie di tre sconfitte esterne consecutive (tanto è equilibrato il nostro campionato…), e non paiono un avversario al momento irresistibile.

Nottingham Forest: Camp, Gunter, Chambers, Morgan, Bertrand, McKenna (Majewski, 88°), Moussi, Anderson (Tyson 83°), Cohen, McGugan, Earnshaw (Blackstock 72°)
NE: Darlow, Lynch, McCleary, Adebola.

Hull City: Duke, McShane, Ayala, Gerrard, Dawson, Bostock (Barmby 69°), Koren, Bullard, Cairney, Fagan (Cullen 69°), Simpson (Atkinson 83°).
NE: Oxley, Kilbane, Ashbee, Garcia,
Ammoniti: Dawson 56°, McShane 65°.

Arbitro: M Halsey
Spettatori: 21,180

Position Squadra Giocate DR Punti
1 QPR 7 17 19
2 Ipswich 7 4 14
3 Cardiff 7 6 13
4 Norwich 7 2 13
5 Watford 7 7 12
6 Swansea 7 3 12
7 Doncaster 7 2 12
8 Burnley 7 3 11
9 Millwall 7 2 11
10 Barnsley 7 1 11
11 Coventry 7 1 11
12 Leeds 7 0 11
13 Middlesbrough 7 -3 10
14 Sheff Utd 7 -5 10
15 Scunthorpe 7 1 9
16 Reading 7 1 9
17 Nottingham Forest 7 0 8
18 Hull 7 -4 8
19 Crystal Palace 7 -4 7
20 Derby 7 -4 5
21 Bristol City 7 -6 5
22 Leicester 7 -6 5
23 Preston 7 -9 3
24 Portsmouth 7 -9 2
 

Annunci

17 commenti

Archiviato in stagione 2010-2011

17 risposte a ““Silverware comes from clean sheets” — Hull City 0-0 Nottingham Forest

  1. anonimo

    Ma solo a me quel demenziale rinvio a caso di Cohen ha ricordato lo svarione di Hodge nell'86, l'assist per la mano de dios per intendersi?!Non lo faccio mai, tantomeno in Championship, però siamo stati anche sfortunati con le decisioni arbitrali: lo stesso guardalinee è stato fenomenale a vedere il fuorigioco infinitesimale di Earnie e piuttosto disattento sul fallo su Gunter, 10mt davanti a lui!, che se fischiato avrebbe dovuto essere rigore!Comunque vabbè è andata così: adesso due vittorie di fila in casa e poi ripartiamo con una classifica ben migliore!Si, più facile a dirsi…YOU REDS!Federico

  2. anonimo

    Ce la fate con lo Swansea?A giudicare dall'away form dei gallesi….mi raccomando,io ho già giocato l'1 (altino in verità)!MAN U fan

  3. anonimo

    come detto in altra sede nel primo tempo Bullard sembrava essere dovunque (in cielo, in terra in ogni luogo)  poi è scomparso, al che mi sono detto "l'hanno sostituito e non me ne sono accorto!"Quindi d'accordissimo che il man of the match è figlio di un eccessivo rispetto..Che bello rivedere il vecchio Barmby….Lopo

  4. Bullard poaréto è rientrato sabato scorso dopo un'assenza infinita… è già tanto se gioca così. Comunque sia, io ribadisco che vedo lo Hull ai play-off. Bullard in piena forma in Championship è Grande Arma Fine di Mondo.

  5. @FedericoNo hai ragione, sembrava una roba del genere.Io mi domando perché tutte le partite, dico tutte, dobbiamo fare una cagata del genere liberando uno solo davanti a Camp.A proposito, hai letto Man with the Maradona Shirt? È strepitoso.

  6. @LopoVabbè dai, noblesse oblige. Non ci scandalizzeremo per ciò, però a me per esempio era piaciuto moltissimo Ayala, davvero un bel giocatorino.

  7. @ManUfanMah, non è un periodo che la mettiamo dentro tanto facilmente, va detto, anche se piano piano il Gaffer sta mettendo a posto la difesa. Insomma, l'altino non mi sorprende.

  8. @FedericoComunque sia, se penso che Davies aveva detto che Cohen sarebbe stato il nostro terzino sinistro in caso di mancato arrivo di un giocatore di fascia, mi vengono ancora i brividi…

  9. anonimo

    Speravo di sentirti più convinto,però ho anch'io la sensazione che piano piano state,per così dire,ingranando.La vittoria casalinga è quotata a 2,20,sicuramente di più che l'anno scorso con lo stesso avversario,ma vince chi rischia di più (o vince di più chi rischia).P.S. L'anno scorso,a Fifa 09,portai il tuo Nottingham alla conquista di Premiership consecutive,oltre che trionfi in Champions per 4-5 anni (ovviamente con alcuni ritocchi alla squadra dopo la  promozione del primo anno,coi soldi degli sponsor).Mi ero messo in testa di far tornare a vincere squadre come i tuoi Reds (se pur nella realtà virtuale).Poi passai al Leeds e ottenni gli stessi successi!MAN U fan

  10. Convinto… come faccio a essere convinto che vinceremo. Ci spero. Siamo diciassettesimi e giochiamo contro i sesti in classifica. Mica faccio il tifo per il ManU che penso sempre di vincere.

  11. anonimo

    Ah già è vero,sono io che tifo United che mi aspetto di vincere ogni gara!Comunque i tifosi sono i primi che devono crederci,se non lo fanno neanche loro….Ora la classifica non può che ingannare.Ho letto le dichiarazioni di Davies in un tuo post tempo fa e il futuro non si direbbe roseo a giuducare dalle sue parole,io penso che è il caso di aspettare:l'anno scorso fu l'home form che vi fece spiccare il volo.Dovete ricominciare da lì!MAN U fan

  12. Ora ho capito i punteggi del fantacalcio della Championship L'ultimo punteggio era la somma delle due giornate, sabato e martedì. Anche tu Brian sei protagonista della League?

  13. anonimo

    No non l'ho letto. Ne ho sentito parlare credo proprio su questo blog ma il mio inglese è prettamente scolastico, rischierei di capirci veramente poco. Non ti dico cosa (non) capisco delle radiocronache del Forest: quasi tutto di McGovern, quasi niente del radiocronista di BBC Nottingham…devo basarmi sugli effetti dello stadio!Capitolo Cohen: ormai ho capito che può fare gol assurdi (Blackpool playoff) con la stessa facilità con la quale fa svarioni mostruosi.Terzino sx? Mamma mamma…una coppia di terzini formata da Perch a dx e Cohen a sx…terribile…E adesso, ricacciamo i Cigni nel Trent sfruttando il fattore campo!Federico

  14. @FedericoEppure Perch gioca parecchio nel Newcastle. In realtà, non è mai stato un difensore laterale, ma un centrale, difensivo e di centrocampo. Come dissi già quest'estate, è uno che ci farebbe comodo, per dare un po' di respiro in mezzo. In realtà, con Gunter e Bertrand abbiamo davvero una coppia di laterali da leccarsi i baffi. Anche Bennett pare stia facendo bene, nel Palace, nonostante il momento terribile degli aquilotti, e non mi sorprenderebbe che a gennaio sia lui a sostituire Bertrand. E mi farebbe piacere, perché Julian è proprio un true red.

  15. @ManUfanEh, sì. Bei tempi quelli nei quali l'Old Trafford era il nostro giardino di casa…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...