La versione di Arthur.

Ieri, lo Chief Executive del Forest Mark Arthur ha rilasciato un'intervista sulla mancata campagna acquisti dei Reds e sul rapporto difficile tra la tifoseria e il proprietario del Forest Nigel Doughty innescato dalla delusione per l'assenza di interventi sul mercato.

Nigel Doughty potrebbe mettere in discussione il suo supporto finanziario al Forest, nel futuro, se continuasse a ricevere critiche dai tifosi.

Il Chief Executive Mark Arthur oggi [8 settembre] ha ammesso che il club è "deluso" per l'assenza di movimenti sul mercato estivo.

"Nigel ha buttato nel club, in media, cinque milioni di sterline l'anno, negli ultimi dieci anni", ha detto Arthur; "Dopo aver ingaggiato Davies, solo nel corso di quest'anno il suo impegno è stato di 13,4 milioni di sterline".

"Cinque milioni di sterline è il doppio del denaro che noi incassiamo dalla vendita di abbonamenti e biglietti singoli nel corso di una stagione.

Per ogni sterlina che i tifosi danno al club attraverso i botteghini, dunque, Nigel ne dà due. Il fatto se egli continerà a sostenere in questo modo il club in futuro è una domanda alla quale darà una risposta alla fine della stagione.

Non è molto piacevole per lui mettere nella società tutti questi soldi e essere, nonostante questo, oggetto di critiche di intensità simile a quelle che ha ricevuto recentemente. È una cosa che fa pensare, questa."

Arthur ha sottolineato che le voci relative a un prossimo cambio di proprietà del Forest sono prive di fondamento, e ammette che il fallimento del tentativo di acquistare uno o entrambi gli obiettivi primari, Darren Pratley dello Swansea e Peter Whittingham del Cardiff City è stato un duro colpo.

"Nigel è ancora molto impegnato e appassionato, e vuole vedere un club vincente", ha detto Arthur.

"Alla fine della scorsa stagione, una stagione vincente al di là di ogni speranza, noi abbiamo inquadrato due obiettivi per migliorare la nostra squadra.

Li abbiamo inseguiti con tenacia, ma, sfortunatamente, i loro club hanno deciso di tenerli. È stata davvero una grande delusione, ma abbiamo dovuto rispettare la loro scelta.

Ma la stessa cosa è successa anche qui, con i nostri giocatori di punta: abbiamo rifiutato un'offerta di un milione di sterline per Kelvin Wilson e Nathan Tyson, che ci sono stati chiesti con la stessa determinazione con la quale noi abbiamo chiesto Pratley e Wittingham. Abbiamo esattamente la stessa squadra con la quale abbiamo finito lo scorso campionato al terzo posto, e abbiamo ancora la possibilità di ottenere prestiti, e di muoverci in qualche modo sul mercato di gennaio. Il budget che avevamo deciso di stanziare è ancora intatto.

I tifosi del Forest possono essere ottimisti, sulla stagione che ci attende".

Il giornalista ha chiesto anche se l'uscita pubblica di Arthur sulla presunta volontà dei due obiettivi del Forest di unirsi ai Reds non abbia potuto danneggiare l'operazione.

"Sì, può darsi, le mie dichiarazioni erano oneste, ma hanno creato problemi con i due club e con le autorità, ma abbiamo davvero fatto tutto il possibile per prendere i giocatori che ci interessavano".

Arthur ha anche difeso il criticatissimo "Acquisition committee" del club.

"Il cosiddetto 'comitato' non è altro che un processo decisionale. La rete di osservatori segnala giocatori interessanti al capo-scout, Keith Burt. Burt, a sua volta, esercita un altro filtro e raccomanda giocatori meritevoli al al manager, e Billy, a sua volta, consegna le sue raccomandazioni al Board.
Quindi, il Board chiede a David Pleat un parere che comprenda sia una valutazione tecnica del giocatore, sia una valutazione sul possibile impegno economico: il costo del giocatore, le modalità di ingaggio, il compenso che il giocatore potrebbe chiedere, e una valutazione della compatibilità della cifra totale richiesta dall'ingaggio con la nostra struttura attuale.
In seguito a questa valutazione, il Presidente e io troviamo un accordo su una somma che rappresenti quanto lontano siamo disposti a andare — da un punto di vista finanziario — per ottenere quel giocatore.

Il processo è simile a quanto succede in ogni altro club. Da noi, forse, è un po' più formale, perché abbiamo imparato la lezione di quando abbiamo preso giocatori come Adam Nowland e David Friio, che si sono rivelati essere grossi e costosissimi errori".

Quindi, in sostanza, Arthur ha lasciato più di uno spiraglio aperto per nuove acquisizioni in prestito o a gennaio (NFFCblog rivela una voce bene informata secondo la quale è stata stoppata la stampa dei programmi della partita contro il Watford; un "hold the front page edict" che sarebbe segno, secondo l'autore, che qualcosa si starebbe muovendo proprio in queste ore); si è parzialmente scusato per l'uscita infelice su Whittingham e Pratley; ha ribadito la politica di grandissima prudenza che il Borad del Forest ha deciso di tenere per quanto riguarda gli acquisti e gli ingaggi dei giocatori; ha esplicitato il fastidio della dirigenza per le critiche a una gestione che, secondo Arthur, si sarebbe sempre impegnata moltissimo per portare il Forest ai livelli che gli competerebbero.
Non il momento migliore, per quest'ultima dichiarazione, in effetti. Una critica ai malcontenti sarebbe stata più efficace dopo la dichiarazione di un buon colpo di mercato, piuttosto che dopo una campagna acquisti andata tolamente in bianco.

Comunque sia, abbiamo la squadra con la quale abbiamo terminato lo scorso campionato al terzo posto, senza Perch e con Bertrand e, come ho sempre sostenuto, voglio conservare il mio ottimismo e, eventualmente, fare i conti sull'efficacia di questa gestione solo dopo il mercato di gennaio.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in mercato estivo 2010, stagione 2010-2011

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...