Non bene in campo, non bene fuori.

Diciamo pure che le Foreste ieri sera non sono state brillantissime, nel duplice impegno serale di ieri. La partita più "seria", quella contro la squadra del Tranmere Rovers, una squadra di Division One, ha visto i Reds sconfitti per 2-0, mentre il Mansield Town (Conference National) è stato battuto per 2-1.

Il Forest ha fatto i salti mortali per rispettare questo (piuttosto cervellotico, a mio avviso) duplice impegno: i sedici membri "abili" della prima squadra  (Luke Chambers, Kelvin Wilson, Wes Morgan e David McGoldrick sono fuori per infortuni più o meno gravi, in pratica l'intera prima linea difensiva: la società, però, ha rassicurato sui tempi del loro recupero) sono stati divisi tra i due campi, e alla compagnia sono stati aggregati alcuni giovani dell'accademia.

Nella partita contro il Tranmere, la compagine più titolata, i cento tifosi al seguito del Forest hanno assistito a una prova di calcio offensivo (almeno come tentativo di approccio al gioco), caratterizzato, però, dal duplice vizio della sterilità dell'attacco e della fragilità della difesa. I Reds, condotti in panchina dal coach Julian Darby, hanno sprecato diverse occasioni, per essere puniti dal Tranmere in occasione delle sue rade ma molto efficaci sortite offensive. Earnshaw ha giocato come terminale offensivo di un 4231, dimostrando, tutto sommato, la sua inadeguatezza a tale ruolo, mentre i veri pericoli per la porta del Tranmere (difesa da Nielsen, ex terzo portiere del City che l'anno scorso assaggiò la Premiership dopo gli infortuni dei titolari) sono venuti dai tentativi dalla distanza di Majewski.

Gli altri attaccanti, McCleary e Blackstock, si sono impegnati, senza mai però essere pericolosi.

Il primo gol è venuto su angolo, con una parabola di testa di Nick Wood su corner di McLaren, respinta apparentemente sulla linea dal giovanissimo difensore Neil Byrne, ma data dentro dall'arbitro.

Lo stato emergenziale della difesa ha assunto proporzioni da ritirata di Russia con l'uscita per crampi dello stesso Byrne nella ripresa: nessuno dei quattro della linea difensiva, dopo questo evento, giocava nel suo ruolo: da destra a sinistra la linea era composta da McGoldrick, un centrocampista laterale offensivo, Gunter, un terzino, Bennett, un centrocampista, e Cohen, un altro centrocampista d'attacco. In queste condizioni, il raddoppio è stato quasi inevitabile: si è verificato al 63', con un irridente pallonetto del liberissimo Ian Thomas-Moore (ex stagionato, visto che ha vestito la maglietta Garibaldi Red nella stagione 97-98, che l'aveva acquistato proprio dai Rovers per un milione di sterline) a scavalcare un incolpevole Camp.

Tranmere: Nielson, Strickland, Cresswell (Bakayogo 45), McLaren, Goodison (Creswell 83), Wood, Gornell, Labadie, Thomas-Moore (Jennings 76 (Mackreth 85)), Welsh, Bojang (Wilhelmson 45). NE: Collister, Fraughan, Mackreth, Power, Benson.

Forest (4-2-3-1): Camp, Gunter, Byrne (Meadows 56), Bennett (Andrews 87), Cohen, Thornhill (Mullen 87), McKenna, McCleary, Majewski, Blackstock, Earnshaw. NE: Darlow.

****

L'altra partita, meno prestigiosa, contro i cugini del Nottinghamshire del Mansfield Town, una squadra recentemente relegata in Conference National (in pratica, la quinta divisione della piramide inglese) dopo più di settant'anni di Football League (ma con fieri propositi di pronta riscossa avallati dal nuovo chairman Andy Perry e da una sontuosa campagna acquisti), si è chiusa, invece, con la vittoria dei Reds — condotti in panchina da Ned Kelly, l'assistente di Davies — per 2-1, di fronte a 3200 spettatori, almeno 1500 dei quali provenienti dalla vicinissima Nottingham.

Anche i Cervi giocavano in formazione rimaneggiata, data l'assenza di tre giocatori di prestigio, nuovi arrivati, e il compito per il Forest, inizialmente, è apparso facilissimo: al 27' il Forest conduceva già 2-0, con gol di Tyson e Adebola. Il secondo tempo, però, ha visto una bella reazione del Mansfield, che ha tenuto botta e ha accorciato al 17', con una rete di Ryan Williams su rigore.
 

Mansfield: Marriott, Silk, Preece (Naylor 82), Foster (C. Smith 58), Sandwith (Williams 58), A. Smith (Caines 58), Somner (Munn 82), Istead (Mills 46), Stonehouse, Briscoe (Gregory 69), O'Rafferty. NE: Collett, Higginson.

Forest: Smith, Lesseles, Gibbons, Anderson, McGugan (Kay 83), Adebola, Tyson (Reynor 81), Artymatas, Moussi, Maloney, Lynch (Rodney 64). NE: Mytides.

****

Questo, per quel che riguarda il campo. Fuori, la situazione, spiace ammetterlo, non pare brillantissima. Il clima attorno alla squadra (e, secondo alcuni, anche al suo interno) non è certo di ottimismo. A tre settimane dall'inizio del campionato non è ancora arrivato alcun rinforzo, e i numerosi infortuni di questo inizio stagione dimostrano quanto la squadra sia sottile. L'anno scorso fu una stagione fortunatissima, dal punto di vista infermieristico, eppure l'infortunio di McKenna negli ultimi due mesi, probabilmente, ci è costato una fettina di promozione. Quest'anno, per ora, la squadra si è addirittura ulteriormente assottigliata: è di ieri la notizia che, dopo l'addio di Perch, anche Joe Gardner, una buona speranza dell'attacco rosso, andrà in prestito semestrale all'Huddersfield, in League One, a metter su minuti che, probabilmente, al City Ground non potrebbe mai giocare.
La mossa è stata criticata, perché gli attaccanti del Forest non sembrano affidabilissimi, sul piano fisico, e ai tifosi (così come a chi scrive) Gardner pare un prospect player migliore di McGoldrick, la cui esplosione è stata esplicitamente preconizzata, invece, da Davies.

L'insofferenza di Davies verso le gerarchie del club (e, in particolare, verso il comitato per la valutazione dei movimenti di mercato, l'Acquisition Committee diretto dal non proprio amatissimo David Pleat, contro il quale è stata aperta anche una petizione su Facebook) pare essere tornata sui livelli di gennaio, alla luce delle dichiarazioni del Gaffer scozzese sulla cessione di Perch, che sarebbe stata decisa a sua insaputa; vicendevolmente, l'insofferenza del Board verso le libertà che si prende Davies nelle sue dichiarazioni pubbliche pare tornata altrettanto alta.

In questo periodo dell'anno scorso, proprio il 22 di luglio, il Forest faceva il suo ottavo acquisto estivo, prevelando Blackstock dal QPR: quest'anno, per ora, si sono registrate solo due partenze, di giocatori non decisivi ma bravi e utilissimi per approfondire la rosa.

Fatto sta che gli uomini, ora, sono davvero contati. L'esempio del Liverpool, squadra che sembrava allo sbando ma che ha ritrovato morale dopo l'acquisto di Cole, un ottimo giocatore ma certo non un Chris Waddle, potrebbe essere l'esempio per il Forest: basterebbe un acquisto per rompere il clima di sfiducia e di malumore molto ben percepibile leggendo i forum e i commenti agli articoli sulle pagine web dei giornali locali.

In questo senso, è notizia di oggi che il Forest abbia fatto un'offerta ufficiale di un milione e mezzo di sterline per l'ala del Cardiff Whittingham, la migliore ala dello scorso campionato: un giocatore in scadenza di contratto l'anno prossimo che i Bluebirds devono assolutamente monetizzare quest'anno per far fronte alla loro crisi finanziaria. Si era vociferato anche di un interesse del Burnley, ma pare che, per ora, i Clarets del Lancashire non si siano fatti avanti ufficialmente.

Fonti del non sempre affidabile NEP parlano anche di contatti in fase avanzata per Pratley, il bravissimo skipper dello Swansea, anche lui nella rosa del Best Team della Championship per la stagione passata.

Come si suol dire, speriamo: ci vorrebbe davvero una piccola iniezione di fiducia, ora come ora. Un'iniezione che le due amichevoli di ieri non hanno certo aiutato a preparare.

 

Annunci

2 commenti

Archiviato in mercato estivo 2010, stagione 2010-2011

2 risposte a “Non bene in campo, non bene fuori.

  1. Nooo! Si può perdere con tutti ma non contro quelli di Birkenhead! Poi hanno sempre un foro quelli…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...