Le prime fixture per la nuova stagione

In attesa del sorteggio per il campionato di lega, in programma per oggi, ieri sono state programmate due partite: una ufficiale e, tutto sommato, di modesto richiamo; la seconda, invece, amichevole ma di grande fascino.

Ieri, infatti, si è tenuto il sorteggio per il primo turno della Carling Cup, la vecchia Coppa di Lega, che è un po' il nostro trofeo feticcio, visto che è il torneo domestico che abbiamo vinto più volte, e è anche l'ultimo che abbiamo ottenuto. Non che ci voglia molto, in effetti, a essere il nostro ultimo trofeo, visto che la FA Cup più recente della nostra bacheca data al 1959, e è già, dunque, una signora di mezza età, mentre il nostro ultimo campionato (mi piace molto dire "il nostro ultimo campionato", come se ne avessimo vinti una decina) risale al 1978, e, quindi, se fosse un calciatore, sarebbe sulla via del ritiro. La nostra ultima Coppa di Lega, invece, è ancora un under 21, e potrebbe benissimo essere una compagna di squadra nella nazionale inglese giovanile dell'ultimo campionato del Liverpool, visto che risalgono entrambi al 1990.

Il sorteggio ci ha destinato un viaggetto al Valley Parade, o come caspero l'hanno sponsorizzato ora (windows qualcosa), per un incontro con il Bradford City, che milita in League Two, la quarta serie: il Bradford City è proprio la stessa squadra che abbiamo incontrato al City Ground il 12 di agosto dell'anno scorso, nel primo turno dello stesso trofeo. In quella occasione vincemmo facilmente per 3-0, con gol di Anderson, Blackstock e McGugan, di fronte a poco più di 4.000 spettatori; quest'anno si spera, naturalmente, di replicare. La partità avrà luogo in qualche data tra la prima e la seconda di campionato (quindi, o martedì 10 o mercoledì 11, presumibilmente).

La fotografia del gol di Blackstock nella partita dello scorso anno

La seconda partita annunciata ieri è, certamente, molto più affascinante: si tratta di un'amichevole di lusso, organizzata al City Grond, contro l'Olympique Lyonnais, la squadra vicecampione di Francia e semifinalista dell'ultima edizione della Champions League.
Indubbiamente, la sfida tra gli eterni wannabe del calcio europeo e una delle squadre più titolate del mondo presenta un grande fascino: speriamo che, in occasione della sfida, che si terrà il 28 di luglio, il Forest possa presentare qualche buon nuovo arrivo; in ogni caso, si tratta di una piacevolissima variazione alle solite amichevoli pre-campionato che hanno afflitto negli ultimi anni gli appassionati di Nottingham, partite di solito prive di reale attrattiva contro squadre delle Midlands già viste migliaia di volte. Speriamo nella ripresa televisiva (e nel relativo streaming…).

Vabbè, a dire il vero anche l'OL l'abbiamo già visto, sul Trent, anche se meno di recente del Bradford City: per la precisione, l'abbiamo incontrato nel terzo turno della Coppa Uefa 1995-96, una delle edizioni più divertenti e tecnicamente interessanti del trofeo minore europeo. Si trattò anche dell'unica partecipazione a una coppa europea del Forest nell'era post-Clough, e, conseguentemente, del nostro ultimo passaggio su quella che si usa definire "la ribalta internazionale".

Al primo turno avevamo incontrato i tradizionali avversari del Malmö, mentre al secondo avevamo eliminato un'altra squadra francese, l'Auxerre AJ. Per quanto riguarda la sfida contro l'OL, dopo una vittoria di misura per 1-0 al City Ground, la squadra, guidata allora da Frank Clark, riuscì a ottenere uno 0-0 nel temibile Stade de Guerlain; il Forest fu, però, eliminato al turno successivo (i quarti di finale) dal Bayern Monaco, che inflisse al Forest la più pesante sconfitta interna della sua storia in una competizione europea, e che avrebbe, infine, vinto la coppa in una bella doppia finale contro il Bordeaux; ma i Reds ebbero la soddisfazione, quell'anno, di essere, come nel 1979 e nel 1980, la squadra inglese a arrivare più lontano nelle competizioni europee.

La copertina del programma dell'ottavo di finale di Coppa Uefa Nottingham Forest-OL disputato nell'autunno del 1985

Come detto, si trattò di un'ottima edizione del trofeo. Fu la stessa Coppa Uefa della famosa eliminazione dell'Internazionale da parte del Lugano, e di quella, altrettanto celebre, ma questa volta per la qualità espressa dalle due squadre, del Milan da parte del Bordeaux di Dugarry, Lizarazu, Witschge e Zidane, con i Girondini capaci, nel ritorno casalingo, di ribaltare il 2-0 subito a San Siro con un 3-0 davvero sorprendente, in una delle partite più belle che io ricordi di aver visto.

Intanto, inserisco una breaking new: la campagna di Championship del Forest comincerà in salita: il 7 agosto con un incontro in trasferta contro il Burnley, retrocessa quest'anno dalla Premier League, e il 14 in casa contro una squadra neopromossa ma certamente temibile: il Leeds United: già nel giro di una settimana, dunque, potremo avere un primo parzialissimo responso sulla bontà delle ambizioni dei Reds. In un prossimo post, il calendario completo del Forest per la stagione 2010-2011.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in stagione 2010-2011

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...